Switch_SuperSmashBrosUltimate

Nintendo realizza il desiderio di un ragazzo malato terminale di provare Super Smash Bros. Ultimate

Chris Taylor, come tanti di noi, è un grande fan della leggendaria serie di Super Smash Bros. e come tale non può che essere in trepidante attesa di Super Smash Bros. Ultimate, il nuovo episodio della saga in arrivo su Switch questo dicembre. Chris, però, è anche un ragazzo sopravvissuto per 3 volte al cancro, malattia che purtroppo – ripresentatasi ancora – lo ha infine portato a una fase terminale, costringendolo a stare a letto.

La notizia che tutte le cure avevano fallito e quindi non c’era sostanzialmente più nulla da fare è stata riportata da lui stesso su Twitter – social network sul quale è molto attivo – a luglio di quest’anno, con un’aspettativa di vita che andava dai 3 ai 6 mesi. Qualche giorno fa, sempre su Twitter, Chris aveva aggiornato tutti della sua condizione, dicendo che aveva paura non avrebbe fatto in tempo a provare Super Smash Bros. Ultimate in quanto l’attesa fino a dicembre sarebbe stata molto probabilmente troppo lunga per lui, già costretto a letto.

Ho molta paura di non essere in grado di giocare Ultimate. Dicembre è molto lontano per chi è già costretto a letto… Lo so che è da bambini disperarsi per un videogame, ma Smash significa molto per me e visto che Ultimate sembra così bello, mi spezza il cuore.

Le toccanti parole di Chris non sono passate inosservate alla community di Smash Bros., la quale ha iniziato a contattare tutte le personalità più influenti del social network nell’ambito dei videogame per rendere il messaggio virale e farlo arrivare alle orecchie di chi avrebbe potuto fare qualcosa, ovvero Nintendo stessa. Fortunatamente l’iniziativa ha funzionato e Nintendo si è attivata per soddisfare il desiderio di Chris, così l’altro giorno dei rappresentanti dell’azienda si sono presentati a casa sua con una console Nintendo Switch e la demo dell’E3 di Super Smash Bros. Ultimate. Chris ha potuto giocare per 3 ore insieme a un suo amico, suo fratello e la madre.

CE L’ABBIAMO FATTA RAGAZZI! Oggi due rappresentanti sono arrivati con la demo dell’E3 di Smash Ultimate e ho potuto giocare per 3 ore con un amico, mio fratello e mia mamma. Ho fatto delle foto, ma sono ancora tipo “porca vacca”. Grazie a tutti quelli che hanno fatto questo per me, voi siete i veri campioni

Nintendo ha poi dovuto riprendere la console con la demo e non ha potuto lasciarla al ragazzo in quanto un furto del titolo prima del lancio avrebbe costituito un danno troppo elevato.

Qui di seguito riportiamo anche le foto postate da Chris sul suo profilo Twitter, le quali ritraggono i momenti di gioco:

Insomma, una storia veramente struggente, sebbene non siamo nuovi a cose simili, infatti Nintendo era già stata protagonista di un episodio analogo prima del lancio di Zelda: Breath of the Wild, ma anche tante altre aziende hanno soddisfatto i desideri di pazienti in fase di malattia terminale. Noi, nel nostro piccolo, non possiamo che augurare a Chris di passare al meglio possibile il tempo che gli rimane con i suoi familiari e amici!

1 thought on “Nintendo realizza il desiderio di un ragazzo malato terminale di provare Super Smash Bros. Ultimate”

  1. Pingback: Addio a Chris Taylor, il ragazzo che pochi giorni fa era riuscito a realizzare il desiderio di provare Super Smash Bros. Ultimate – MyNintendoLife

Comments are closed.